breaking-news, Italia

Accesso programmato test medicina 2014: ultime notizie pubblicata graduatoria, assegnazione sedi, punteggi minimi

Accesso-programmato-test-medicina-2014-ultime-notizie-pubblicata-graduatoria-assegnazione-sedi-punteggi-minimi

Oggi, 12 maggio 2014, è il grande giorno della pubblicazione della graduatoria nazionale dei test di ammissione delle facoltà a numero chiuso di medicina, veterinaria e architettura.

La pubblicazione avverrà, salvo imprevisti, nelle prime ore di questa mattina al sito ufficiale del Ministero della pubblica istruzione al seguente link: www.accessoprogrammato.it .

Per consultare la graduatoria bisognerà prima di tutto loggarsi con username e password ricevuti il giorno della prova  che per medicina è stato l’8 aprile scorso.

E’ essenziale da visualizzare nella graduatoria per l’aspirante medico se sarà assegnato o prenotato.


Se assegnato lo studente potrà immatricolarsi all’ateneo prescelto. Si può consultare anche questo articolo

Se prenotato significherà che l’aspirante dottor house ha tre possibilità differenti: o attendere, essendo in lista di attesa, che si liberi un posto nella sede universitaria optata come prima opzione al momento dell’immatricolazione,  o scegliere un altro ateneo opzionato come seconda, terza o addirittura quarta scelta, o decidere di abbandonare il sogno di vestire il camice bianco ed iscriversi ad una facoltà non a numero chiuso.

Intanto questo potrebbe essere l’ultimo anno delle facoltà a numero chiuso.

L’ipotesi di abolire i test di ammissione, che ogni anno come anche in questo provocano un mare di polemiche e ricorsi, ventilata dal Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini  è quella di far iscrivere a medicina tutti gli studenti che hanno intenzione di farlo ma di spostare la selezione in due momenti diversi a fine del primo semestre e al termine del primo anno accademico.

La titolare del dicastero dell’istruzione con il suo staff però dovrà studiare come materialmente realizzare le due selezioni.

Parlando di ricorsi sta per essere presentato uno collettivo dal Codacons e dai sindacati studenteschi che chiederà che il Tar si pronunci sulla richiesta di annullamento dei test svolti lo scorso 8 aprile per gravissime irregolarità avvenute prime della prova a Bari.