Bari & Dintorni

Abbandonata dai suoi genitori bimba di 7anni viene adottata, solo dopo qualche mese però i genitori adottivi, per un motivo assurdo, non la vogliono più. La piccola viene riaffidata ai servizi sociali

Una giovane coppia spagnola di Saragozza ha compiuto un gesto deprecabile che ha fatto molto discutere in tutta la Spagna.

La coppia ha avuto la bellissima idea di adottare una bambina di soli 7 anni di origine indiana ma da qualche tempo residente in Spagna.

La piccola era stata abbandonata dai suoi genitori. La giovane coppia spagnola ha avviato tutta la pratica per poi riuscire ad avere l’affidamento.

Poi, però, dopo qualche mese, ha deciso che di restituire la piccola, trattandola come un pacco postale, motivando la scelta, molto ma molto discutibile, perché la bimba secondo loro, non aveva sette anni ma qualche anno in più.

La coppia ha anche asserito che la piccola era alta 138 centimetri, altezza non corrispondente all’età dichiarata.

L’autorità indiana che gestisce le adozioni ha risposto che le bambine indiane crescono più della norma.

Altro fattore che ha reso la coppia irremovibile sulla sua decisione di affidate ai servizi sociali la bambina è che secondo una radiografia ossea, la bambina doveva avere almeno 13 anni.

La risposta di molti utenti spagnoli che hanno commentato la notizia è stata veemente: “Trovo vergognoso l’atteggiamento dei genitori adottivi. Parliamo di una bambina sola e indifesa in un paese straniero. Le uniche persone che avrebbero dovuta amarla e proteggerla l’hanno abbandonata in questo modo” .

Per fortuna, altre famiglie spagnole, si sono dette disponibili a accogliere la piccola.