Ultimi sondaggi politico elettorali Emilia Romagna e Calabria da incubo per Pd e M5S, sale ancora la Lega

0
6353
From left, Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni and Matteo Salvini address a rally in Rome, Saturday, Oct. 19, 2019. Thousands of protesters are gathering in Rome for a so-called "Italian Pride" rally, which brings together the right-wing League of Salvini, the far-right Brothers of Italy of Giorgia Meloni and former premier Silvio Berlusconi's Forza Italia. (AP Photo/Andrew Medichini)

Sembra inarrestabile la marcia della Lega e del centrodestra in tutta Italia e anche nelle regioni prossime alle elezioni quali Emilia Romagna e Calabria.

La Lega a livello nazionale, secondo gli ultimi sondaggi, ha raggiunto il 36% delle intenzioni di voto. Un risultato strabiliante che forse neanche la direzione del Carroccio si aspettava.

A ruota sale nei sondaggi anche Fratelli d’Italia partito vicino alla doppia cifra.

Per quanto riguarda le regionali in Emilia Romagna e in Calabria la situazione sembra in bilico nella prima regione, invece decisa nell’altra.

Il governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, è un personaggio forte che ha un consenso personale. In Emilia non ci sono stati scandali come in Umbria e inoltre in tutta la regione ci sono quasi duecento sindaci pronti a sostenere Stefano Bonaccini.

Tra i sindaci che sosterranno Stefano Bonaccini ci sarà anche il primo cittadino di Parma, Pizzarotti ex grillino, trattato dalla dirigenza del Movimento come un dissidente.

Il governatore emiliano ha anche chiuso l’accordo con Matteo Renzi che sosterrà la sua candidatura.

Allo stato attuale il centrodestra è in vantaggio del 3%. La Lega in Emilia è il primo partito con il 34,2% delle intenzioni di voto, Fratelli d’Italia con  il 7% delle intenzioni di voto e Forza Italia con il 5% portano la coalizione del centrodestra al 46%.

Il centrosinistra invece in Emilia si attesta al 43% delle intenzioni di voto con il Pd al 32% delle intenzioni di voto, la lista del governatore Stefano Bonaccini al 9%, altri partiti di sinistra al 2%.

Profondo rosso in Emilia per il Movimento cinque stelle che non dovrebbe superare l’8%.

In Calabria invece la situazione sembra molto compromessa per il centrosinistra. Infatti la coalizione di centrodestra è data secondo i sondaggi sopra al 50%.