Matteo Renzi “Io non sono cattivo ma ormai sono come Jessica Rabbit”

0
637

Matteo Renzi continua a far parlare di se con le sue iniziative e soprattutto per le sue battute. Sulla possibilità che con il suo piano shock lanciato a Torino abbia tolto visibilità a il segretario del Pd Zingaretti che era a Bologna, l’ex Presidente del Consiglio ha risposto così: “Io non so davvero che farci… Ormai sono come Jessica Rabbit: non sono cattivo ma mi disegnano così. Io non voglio che ci sia ogni volta una polemica sul niente. Anche alla Leopolda ho detto che il nostro modello è Macron”.

Matteo Renzi è stato intervistato a L’Aria che Tira su La7 e ha detto durante l’intervista che uno degli obbiettivi di Italia Viva è quello di prendere i voti dei delusi di sinistra e del centro.

Il fondatore d’Italia Viva ha lanciato da Torino un piano shock per l’investimenti nel paese e per rilanciare l’economia da 120 miliardi.

Il piano, che sarà sottoposto all’attenzione di Giuseppe Conte, prevede investimenti su strade, ferrovie, porti, aeroporti, ma anche edilizia scolastica e dissesto idrogeologico.

Durante la trasmissione su La7 ha spiegato il motivo del piano shock: “Noi abbiamo fatto una lunga discussione sulla legge di bilancio, Gualtieri è stato bravo ad evitare aumento dell’Iva ma questo non è sufficiente a far ripartire l’economia. Noi quindi facciamo una proposta, un elenco di proposte per sbloccare 120 miliardi nei prossimi anni. Ne parleremo con tutti e spero che sia sostenuta anche dalle opposizioni perché sullo sbloccare un cantiere dovrebbero essere d’accordo anche Forza Italia e Lega”.