breaking-news, Italia

Cgil dati sul lavoro: allarme cassa integrati sono 570.000 lavoratori in Cig

Cgil-allarme-lavoro-da-inizio-2014-in-cassa-integrazione-570.000-lavoratoriL’occupazione è sicuramente il male maggiore che sta colpendo l’Italia in questi lunghi anni di crisi.

La percentuali  di non occupati, nel nostro paese, non si toccavano i livelli del 2014 dal lontano 1977 e non sembra che il  prossimo periodo sia dei migliori anzi.

Un’ ultima analisi della Cgil, che è stato resa nota in questi giorni, è davvero molto preoccupante.

Più di cinquecentomila lavoratori sono in cassa integrazione a zero ore per un costo mensile per lo stato di quasi 3.300 euro.

Negli ultimi cinque mesi le ore di cig  è stata pari mezzo miliardo per una spese complessiva dell’Inps di un miliardo e ottocento milioni, un salasso per le casse dell’istituto previdenziale già in profondo rosso.

Secondo gli esperti della Cgil le ore di cassa integrazione per i prossimi mesi resteranno pressoché simili a quelli attuali pari a più di 80 milioni mensili e quindi anche per quest’anno molto probabilmente si raggiungere il mote ore totale di un  miliardo.

Dati alla mano la cassa integrazione nel solo mese di maggio è aumentata rispetto al mese di aprile di ben l’11,06% cifre elevatissima per un fenomeno che non tende ad arrestarsi.

Indubbiamente una maggiore politica del governo incentrata sull’aumento dell’occupazione ed una accelerata alla ripresa economica deve essere assolutamente data.

Non basta solo cercare di cambiare il paese con le riforme del Senato o elettorali ora la priorità è il lavoro: creare nuovi posti che consentano un decremento di questi numeri che fanno terribilmente paura.