Italia

Scontro a PiazzaPulita tra Vittorio Sgarbi e Lorenzo Donnoli: “il critico d’arte i miei riferimenti sono Einaudi, De Gasperi i tuoi” la Sardina risponde“Lilliana Sagre”

Vittorio Sgarbi non si è lasciato sfuggire l’occasione di attaccare duramente il movimento delle Sardine. A PiazzaPulita condotta da Corrado Formigli gli ospiti erano il critico d’arte capolista alle regionali in Emilia Romagna nelle fila di Forza Italia e Lorenzo Donnoli uno dei fondatori del Movimento delle Sardine.

Vittorio Sgarbi ha subito attaccato Donnoli: “Le sardine sono dichiaratamente un movimento per la sinistra. Sono in soccorso di un partito che non c’è più e hanno avuto consenso”.

Il critico d’arte ha poi continuato la sua analisi : “Mi sono simpatiche ma se vai a leggere il loro unico obiettivo è l’odio per Salvini: mentre dici che non vuoi odiare odi lui”,

Poi arriva l’affondo di Vittorio Sgarbi: “Non puoi parlare per un partito di sardine. Io penso a Gramsci, a Gobetti, a Einaudi, De Gasperi… Qual è l’idea delle sardine? Vuoi darmi una visione? Oppure ‘siamo buoni, delicati, siamo sardine mangiamo gli anolini’. Che roba è? Qual è la sua identità ideologica, a cosa pensa, quali sono i suoi riferimenti? Io i miei li conosco”.

La risposta di Donnoli non si fa attendere: “Nell’attualità riferimento per me è, per esempio, Liliana Segre”.