Italia

Vittorio Sgarbi eletto consigliere regionale in Emilia Romagna “Ma resto in parlamento”

Un bel risultato personale quello di Vittorio Sbarbi che è risultato essere l’unico degli eletti nelle liste di Forza Italia in Emilia Romagna.

Il critico d’arte però sembra essere più propenso di restare in parlamento che fare il consigliere regionale in Emilia Romagna.

Vittorio Sgarbi ha detto che prima di prendere una decisione definitiva si sentirà con Silvio Berlusconi e con la Bernini.

Sembra a questo punto sempre più probabile che a prendere il suo poso si l’ex alfaniana Castaldi.

Il deputato di Forza Italia ha così commentato la sua elezione: “E’ molto probabile che lasci il testimone alla prima eletta dopo di me, ovvero a Valentina Castaldini. Se fossi stato eletto consigliere della maggioranza, avrei potuto fare per qualche mese l’assessore alla Cultura ma essendo consigliere di minoranza non vedo la necessità di rimanere in Consiglio in cui sarei nella stessa condizione in cui sono in Parlamento, cioè all’opposizione. Poi certo, tutto può accadere”.

Vittorio Sgarbi ha anche parlato della possibile crisi di governo: “Io mi auguro a questo punto che sia Renzi a far saltare questo governo, allora sì che potrei fare il consigliere in Emilia Romagna in attesa del prossimo voto”.

Sbarbi ha voluto in un certo senso ringraziare la sua Ferrara, dove il centrodestra ha vinto le amministrative ed è stato uno dei pochi comuni che ha visto vincere Lucia Borgonzoni nei confronti di Stefano Bonaccini.

Secondo Sgarbi le uniche regioni ancora rosse sono proprio l’Emilia Romagna e la Toscana. Nelle altre regioni, Marche, Veneto e Toscana la vittoria sarà senza storie del centrodestra.