Bari & Dintorni

Combatte sul ring e muore a 13 anni, lo faceva per mantenere la famiglia

Una storia tristissima dal finale tragico quella di Anucha Thasako, un ragazzino di soli 13 anni che combatteva sul ring per portare i soldi a casa.

Il ragazzino che viveva con i genitori adottivi è morto, dopo un combattimento, in seguito ad un’emorragia celebrale.

 E’ facile che accada a quell’età quando si prendono colpi alla testa forti e ripetuti come spiegano i medici.

 L’ossatura in un ragazzino di 13 anni non è ancora completamente sviluppata e le conseguenze possono essere fatali come lo sono state nel caso di  Anucha.

Il ragazzino era un professionista di Muay Thai, e il suo primo combattimento lo aveva disputato a soli 8 anni.

 Era bravo e a lui piaceva combattere ma lo faceva soprattutto per portare soldi a casa come continua a ripetere tra le lacrime uno zio oltre che per poter studiare cosa che lui amava tanto.

Quello fatale era per lui il suo 170esimo combattimento.