Italia

Sardine duro scontro con Di Maio “E’ indecente. Fa selfie in piazza mentre Zaki è nelle mani dei suoi torturatori”

Sembra che le Sardine abbiano un nuovo avversario politico che si chiama Luigi Di Maio. Il Movimento ha organizzato una manifestazione ieri a Roma dove hanno partecipato, secondo i dati della Questura, 7 mila sardine.

Secondo uno dei leader nazionali del Movimento, Lorenzo Donnoli, il Ministro degli Esteri Lugi Di Maio “E’ indecente”.

Il portavoce delle Sardine spiega anche perché: “Fa selfie in piazza mentre Zaki è nelle mani dei suoi torturatori”.

Le Sardine si sono riunite a Roma per sfidare Matteo Salvini impegnato in un convegno a pochi metri di distanza.

Le Sardine hanno detto di Salvini che lui si chiude noi scendiamo in piazza.

Lorenzo Donnoli ha ripetuto più volte che le Sardine sono in una nuova fase organizzativa e che presto ci saranno importanti manifestazioni anche al Sud.

Le Sardine manifesteranno anche a Napoli, Taranto e Lecce e poi ci sarà il grande appuntamento di Scampia.

Le Sardine hanno anche detto che sarebbe per loro un onore essere ricevuti dal Capo dello Stato, Il Presidente Sergio Mattarella.

Poi le Sardine sono andate giù duro sul decreto sicurezza che secondo loro non va cambiato ma abrogato.

La competizione delle Sardine ora non è solo contro Salvini ma anche contro Di Maio: “Gli chiediamo di ritirare il nostro ambasciatore e lavorare perché lo facciano anche gli altri Paesi democratici, e che si attivi a dichiarare l’Egitto Paese non sicuro”.