Italia

Decreti Sicurezza. Matteo Salvini “Se Conte apre i porti e uno scende dal barcone con il coronavirus denuncio il Ministro Lamorgese”

Si alzano i toni della Politica italiana, Matteo Salvini leader della Lega alza il tiro. Il leader del Carroccio è chiaro: se Conte e i suoi Ministri hanno intenzione di abolire i decreti sulla Sicurezza la Lega è pronta a fare barricate in parlamento.

Nel governo c’è un’idea differente sui decreti sicurezza. Il Pd spinge per abrogarli anche per accattivarsi il Movimento delle Sardine, mentre il M5S vuole solo apportare le modifiche volute dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Matteo Salvini, utilizzando i social, invia un forte messaggio a Giuseppe Conte e al ministro degli interni Luciana Lamorgese: “Se Conte e i suoi sciagurati ministri proveranno a riaprire porti avrà in me e nella Lega avversari che non si arrenderanno mai. Se scende da un barcone uno con il coronavirus denuncio il ministro’. È certo che il contagio è arrivato anche in Africa a maggior ragione controllare chi entra e esce non è un diritto, è un dovere”. 

Matteo Salvini continua la sua diretta su Facebook avvisando che se qualcuno vuole cancellare i decreti sicurezza vuole fare un favore a mafiosi e trafficanti.

Matteo Salvini aggiunge: “Siamo pronti raccogliere milioni di firme in tutta Italia per fermare questo ritorno al passato. In Italia c’è bisogno di più sicurezza e non di meno. Che poi Conte dia retta più alle sardine che non al popolo è certamente surreale. Viviamo un periodo molto, molto, particolare ma prima o poi si tornerà a votare”.