Bari & Dintorni

E’ accusato ingiustamente e rischia la galera ma un selfie lo salva

Un uomo, Christopher Precopia è stato accusato, ingiustamente, di avere aggredito una sua ex ma per fortuna nel giorno e all’ora in cui la ragazza sosteneva di aver subito l’aggressione, Christopher si stava scattando un selfie con la sua famiglia e questa è stata la prova determinante rispetto alla quale la ragazza ha confessato di aver mentito perché nutriva del rancore nei confronti del suo ex.

La ex ragazza era stata capace di accusare Cristopher di essere entrato in casa sua, di averla aggredita e di averle fatto una x con un taglierino sulla sua spalla.

Ma nulla era vero.

Per fortuna Christopher all’ora in cui la ragazza sosteneva che fosse a casa sua ha potuto dimostrare che era con la sua famiglia con cui si stava scattando un selfie.

Nonostante sia stato scagionato il ragazzo sta ancora ricevendo ripercussioni per questa storia perché l’esercito americano, a causa di questa vicenda, non l’ha accettato.