Italia

Dopo l’attacco di Saviano ai commercialisti, i sindacati sono sul piede di guerra e sono pronti alla querela

Dopo le parole durissime di Saviano contro l’ordine dei commercialisti, a suo dire responsabili di suggerisce agli usurai i propri clienti in crisi: ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni di Roberto Saviano. I sindacati dei dottori commercialisti e degli esperti contabili promuovono unitariamente una querela, verificatone i presupposti … per aver ignobilmente avvicinato la categoria dei commercialisti alla criminalità organizzata”.

 E poi aggiungono: ”È il caso di ricordare che la categoria non solo costantemente collabora con la giustizia nelle attività di repressione del crimine organizzato, ma ci preme ricordare i colleghi che, privi delle tutele e del clamore mediatico riservato a Saviano, hanno pagato il loro contributo con la vita”.

E poi termina così: ”Il gratuito attacco ci ferisce, ci umilia e ci colma di rabbia … Siamo in questi giorni come mai vicini ai nostri clienti. Condividiamo con loro le difficoltà che la situazione sanitaria ha indotto nell’economia. Quotidianamente facciamo fronte a leggi ora annunciate, poi emanate, poi rettificate in un ginepraio di burocrazia infinita. Mai domi, Mai rassegnati. Cose che dalla cattedra da cui si sparano facili sentenze è difficile non solo capire, ma anche immaginare. Tanto non fa audience”.