Italia

Emergenza Covid-19, ministro della salute Speranza “Virus non ancora sconfitto, non c’è data certa del vaccino, tenersi pronti per seconda ondata”

Il ministro della salute Speranza ha parlato della situazione italiana e dell’attesa del vaccino anti covid-19: “Auspichiamo che il vaccino contro Covid-19 arrivi il prima possibile, e la ricerca globale sta facendo uno sforzo senza precedenti. Ma non c’è scritto da nessuna parte che c’è una data certa per il vaccino. Quindi fino ad allora dobbiamo tenerci pronti per una eventuale seconda ondata”.

Il titolare del dicastero della salute ha anche detto che:  “Un giorno, sconfitto il coronavirus, aver dotato il Paese di posti letto aggiuntivi in terapia intensiva ci avrà resi più forti”.

Per il problema delle mascherine: “Nel giro di pochi mesi avremo una autonoma produzione italiana di mascherine, che ci consentirà di essere pienamente autosufficienti e indipendenti dal mercato internazionale”.

Poi ha parlato degli sviluppi del covid-19:  “In una prima fase di questa vicenda tutta l’Europa si è trovata in difficoltà, perché la produzione è stata portata col tempo nella disponibilità dei Paesi non occidentali”.