Italia

Morto Michele, bimbo di due anni che aveva ingoiato una vite nel giardino di casa

Dopo cinque giorni di lunga agonia, Michele Bitca di 2 anni è morto. Troppo gravi e profonde le lesioni provocate dalla vite che aveva ingoiato nel giardino di casa.

Quella maledetta vite gli aveva procurato lesioni interne gravissime. Il grave evento era avvenuto a Zelarino, un piccolo comune in provincia di Venezia.

I medici del Suem di Mestre, arrivati sul posto, cercarono in tutti i modi, di rianimare il piccolo senza riuscirci. Michele era in arresto cardiaco.

Trasportato in ospedale i medici, per le difficoltà incontrate nell’intubarlo, avevano capito che la vite in metallo in mezzo alla trachea impediva al bambino qualsiasi forma di ossigenazione.

I medici dopo diversi tentativi erano riusciti a liberare la trachea ma la situazione era molto compromessa. Dopo cinque giorni di agonia il piccolo è morto.