Gossip & Spettacolo

Io e Te, Pierluigi Diaco e Katia Ricciarelli contro il disegnatore: “Mummia”, “Testa di legno”, in studio cala il gelo

Io e Te, il programma condotto da Pierluigi Diaco che va in onda il pomeriggio su Rai 1 e che continuerà fino al 4 settembre piace molto ma, a volte, è seguito solo per vedere cosa ha in serbo Diaco per la puntata perché il conduttore spesso riserva dei trattamenti agli ospiti poco piacevoli.

Pierluigi Diaco piace molto ma è anche criticato molto

Pierluigi Diaco alla guida di “Io e te” convince tanto che ha un ottimo riscontro di pubblico. Ma, evidentemente, il pubblico che lo segue da casa non è lo stesso che lo attacca sul web. Lì, infatti, non gli perdonano nulla e se è vero che qualche volta Diaco ha esagerato a “maltrattare” gli ospiti, una su tutte con Jo Squillo, è anche vero che piace proprio per la sua schiettezza. E’ arrivato  un punto in cui l’attacco sul web era tale che Pierluigi Diaco ha deciso di cancellarsi dai social e di vivere una vita vera.

Pierluigi Diaco  e Katia Ricciarelli prendono in giro il disegnatore

Pierluigi Diaco l’anno scorso aveva al suo fianco Sandra Milo a cui aveva affidato l’angolo della “posta del cuore”.

Quest’anno questo ruolo è stato affidato a Katia Ricciarelli con la quale Diaco ha un ottimo feeling. I due vanno molto daccordo e Pierluigi Diaco con lei è sempre molto garbato, rispettoso e non perde occasione di sottolineare la grandezza della Ricciarelli a livello artistico anche mettendola a confronto con altre artiste che, inevitabilmente, perdono al suo confronto E, proprio quando lo ha fatto mettendo a paragone Katia Ricciarelli e Jo Squillo che era ospite in studio, è sembrato che lo facesse proprio per deridere Jo Squillo che, in modo molto signorile, ha incassato il colpo e ha abbozzato.

Ieri Pierluigi Diaco e Katia Ricciarelli hanno attaccato il disegnatore che è presenza fissa in studio.

Diaco, rivolgendosi a lui che si chiama Lucangelo Bracci, gli ha detto a proposito della circostanza che non ride alla battute che si fanno in studio perchè sembra non gradirle: “Hai un certo snobismo nei confronti di Io e Te, che succede?”.

 Il disegnatore, a quel punto ha risposto facendo, a sua volta, una domanda: “Che mi succede?”.

Ma poi è intervenuta anche Katia Ricciarelli che lo ha qualificato così “mummia“, “testa di legno” e poi per finire: “E’ finto lui, non è vero, guardalo”.

Le persone in studio non hanno più fiatato e l’imbarazzo è stato palpabile.