Salute & Benessere

Emicrania, la carenza di quale vitamina va presa in considerazione per non soffrirne più

Scoperta una delle cause che potrebbero esserci alla base delle emicranie croniche e frequente. Cosa? La carenza della Vitamina B12.

Sono sempre di più le persone che soffrono di emicrania cronica. Le cause ovviamente possono essere davvero tante, ma molto spesso alla base c’è la mancanza di vitamina B12. E’ questo quanto è emerso da uno studio che è stato effettuato negli ultimi anni e pubblicato poi sulla rivista ufficiale dell’Accademia Brasiliana di Neurologia, Arquivos de Neuro-Psiquiatria. Facciamo maggiore chiarezza su questo argomento di grande interesse.

Emicrania cronica, una delle principali cause scoperte nell’ultimo periodo

Ebbene, la carenza di vitamina B12 purtroppo può causare queste emicranie croniche. A parlare di questa correlazione è stato uno studio piuttosto recente, ovvero quello pubblicato sulla rivista ufficiale dell’Accademia Brasiliana di Neurologia, Arquivos de Neuro Psiquiatria. Gli esperti sono stati concordi nel dire che la carenza di vitamina B12 e di conseguenza anche l’eccesso di omocisteina nel sangue provocano dei danni alle cellule endoteliali, quelli che per capirci si trovano proprio sullo strato della parete dei vasi sanguigni. In questo modo, a lungo andare, questa situazione va ad incrementare il numero dei radicali liberi, che poi sono alla base di queste emicranie così forti e frequenti.

La carenza di vitamina B12 alla base di queste emicranie così forti e frequenti

Lo studio in questione, è stato condotto proprio in tal senso, ovvero determinare se c’è una correlazione tra quelli che sono i livelli di vitamina B12 e l’insorgenza ed anche frequente, di queste emicranie, oltre che la gravità del dolore stesso. I ricercatori hanno effettuato questo studio su un campione di 127 pazienti, tutti con emicrania cronica e 45 pazienti sani. Il campione si è recato presso l‘Okmeydani Training and Research Hospital nel periodo di tempo che va dal 2019 al 2020.

Lo studio

In tutto questo tempo gli esperti hanno analizzato diversi fattori, ovvero la durata degli attacchi, la gravità del dolore. I pazienti sono stati poi divisi in 3 gruppi sulla base delle loro emicranie e della frequenza di quest’ultime. Ebbene, i risultati sono stati sorprendenti, visto che i ricercatori hanno evidenziato come i livelli di vitamina B12 nei pazienti con emicrania erano più bassi rispetto al gruppo di controllo. Ed ancora i ricercatori hanno sottolineato come i livelli di vitamina B12 erano più bassi nei casi di maggiore frequenza del dolore