Salute & Benessere

Debolezza la mattina come combatterla, i rimedi per un partenza sprint

Se la mattina ti senti spesso debole, devi sicuramente cercare di capire la natura del tuo malessere.

La debolezza è parecchio comune, soprattutto in determinati momenti di forte stress o in determinate situazioni anche climatiche. Le torride temperature che si sono registrate in questa estate 2022 di certo non hanno fatto bene alla nostra salute ed è capitato che sempre più persone si alzassero già la mattina con una certa stanchezza. Attenzione, ci sono delle persone che presentano questo problema sempre o senza nessun apparente motivo. Questo però vuol dire che sicuramente qualcosa non va. Potrebbe trattarsi di semplice stanchezza, ma anche di anemia. In altri casi ancora, la debolezza, unita alla spossatezza possono dirci tanto su altri fattori. Quali? La carenza di ferro nell’organismo. Cosa possiamo fare per capire se siamo anemici?

Debolezza al mattino, attenzione ai campanelli d’allarme

Potrebbe trattarsi di astenia, una sindrome che comunque porta l’individuo a non avere forze a sufficienza. Per scongiurare problemi di salute più seri ed importanti, dobbiamo effettuare una serie di indagini e capire successivamente come curarci e come superare questi problemi.

Astenia o anemia, che differenza c’è?

Come abbiamo visto, sentirsi stanchi al mattino potrebbe voler dire che ci troviamo di fronte a dei problemi. Potrebbe essere una anemia, che porta mancanza di forze e spossatezza anche nel resto della giornata e non soltanto al mattino. Ma che differenza c’è tra anemia e astenia? La prima riguarda principalmente una carenza di ferro, che porta alla diminuzione dei globuli rossi che non riescono a portare l’ossigeno in tutto il corpo. Questo piano piano porta ad una condizione di astenia, di malessere, debolezza e mal di testa. Questo dipende anche da un altro fattore, ovvero la diminuzione dell’apporto di ferro o la perdita di troppo sangue, come il ciclo mestruale o interventi chirurgici. L’astenia, invece, è una sindrome di stanchezza cronica, che causa sintomi specifici come insonnia, sonnolenza, debolezza e capogiri.

Cosa fare in questi casi?

E’ importante definire la natura del malessere che potrebbe anche dipendere da una condizione mentale. In questo caso non c’è una cura per poter guarire, ma si deve solo cercare di gestire i sintomi modificando il proprio stile di vita ad esempio, oppure prendendo dei psicofarmaci o ancora dei farmaci veri e propri. Nel caso in cui non ci siano problemi psichici, bisogna approfondire ed escludere familiarità, squilibri ormonali e malattie del sistema immunitario.