Salute & Benessere

Scoperto un farmaco che dà gli stessi risultati dell’esercizio fisico sulla massa muscolare

Un farmaco al posto dell’esercizio fisico. Ma come funziona questo innovativo farmaco?

Fare attività fisica è molto importante, perché apporta molti benefici al nostro corpo e alla nostra mente. Ci sono dei casi in cui, per mancanza di tempo o di volontà, fare sport è praticamente impossibile. Queste persone vanno incontro a problemi di salute, alcuni di poca importanza, altri un po’ più gravi. Ebbene, proprio per queste persone potrebbe arrivare una vera e propria rivoluzione. Di cosa stiamo parlando? Di un farmaco che potrebbe essere assunto al posto dell’esercizio fisico. Facciamo chiarezza.

Attività fisica, perchè è così importante per il corpo e per la mente

L’attività fisica, come abbiamo già avuto modo di anticipare, è molto importante. Purtroppo però, lo stile di vita moderno ci porta sempre più spesso a rimanere incollati per diverse ore davanti ad un pc, con poca possibilità di dedicarsi allo sport, in termini di tempo. Muoversi poco, può causare dei disturbi non di poca importanza a cominciare da malattie cardiovascolari, a ictus e diabete, velocizzando il processo di invecchiamento. In diverse occasioni l’Oms ha fatto sapere che in teoria dovrebbero essere dedicate allo sport almeno 150-300 minuti se parliamo di attività fisica aerobica o almeno 75-150 minuti di esercizi di rafforzamento dei gruppi muscolari almeno 2 volte alla settimana.

Un farmaco al posto dell’esercizio fisico

E per chi non potesse dedicare tutto questo tempo allo sport? Potrebbe essere in arrivo un farmaco che potrebbe essere l’alternativa all‘esercizio fisico. Ma come funziona? I ricercatori hanno sviluppato un metodo terapeutico per trattare malattie secondarie e disordini metabolici. Si tratta, quindi, di un farmaco studiato dai ricercatori della Tokyo medical and Dental university che hanno sviluppato questo farmaco che andrebbe ad imitare i cambiamenti nei muscoli e nelle ossa, provocati dall’esercizio fisico. I ricercatori, hanno così identificato il locamidazolo derivato dell’aminoindazolo e testato su un gruppo di topi con osteoporosi e sarcopenia. Questo farmaco è stato importante perché ha stimolato la crescita delle cellule muscolari e delle cellule che formano l’osso.

Le parole del ricercatore

Inoltre, ha agito anche in un altro senso, ovvero ha soppresso la soppresso la crescita delle varie cellule che riassorbono l’osso, senza causare effetti collaterali. Stando a quanto riferito dall’autore senior Tomoki Nakashima, questo farmaco può essere somministrato e migliora non soltanto la massa muscolare ma anche quella ossea.