breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Allarme Oms: sigarette elettroniche dannose per minori e donne in gravidanza

Allarme-Oms-sigarette-elettroniche-dannose-per-minori-e-donne-in-gravidanza

L’Organizzazione mondiale della Sanita’, Oms, è stata chiara, le sigarette elettroniche fanno male, soprattutto ai minori e alle donne in attesa.

Dunque, le sigarette devono essere vietate e fini a quando non lo saranno devono almeno essere vietate nei luoghi pubblici perché per ora si ritiene che ciò che emanano è davvero dannoso.

Le e-cigarette, è dimostrato, che se hanno molti effetti nocivi quali ad esempio da fastidio agli occhi perché provocano lacrimazione, così come danno fastidio al naso e alla gola, d’altro canto non eliminano completamente la dipendenza dal tabacco ma la diminuiscono soltanto.

Il presidente di Anafe-Confindustria, Massimiliano Mancini, è così intervenuto: “L’Italia anche grazie alla lungimiranza del provvedimento del 2013 del ministro Lorenzin che ha disposto il divieto di vendita ai minori, si trova in una posizione di avanguardia rispetto a molti altri paesi … estrema e doverosa attenzione nei confronti delle fasce piu’ giovani della popolazione … dal punto di vista delle regole, l’Italia e’ un esempio a livello mondiale, avendo anche approvato norme che definiscono in maniera chiara e decisa la pubblicita’ delle e-cig, con limitazioni a fasce orarie e a specifici mezzi di comunicazione, proprio a difesa dei minori … D’altra parte per quanto riguarda i divieti nei luoghi pubblici auspicati dall’Oms, l’attuale normativa, che prevede gia’ divieti in scuole e ospedali, sta funzionando nel nostro Paese senza criticita’ ed e’ anzi la piu’ avanzata in Europa”..

Nella fase iniziale le sigarette elettroniche hanno avuto un grande successo, infatti solo nel 2014 ci sono stati 466 marchi, così come rivela l’OMS.

Un altro punto molto dibattuto ma sul quale non si è trovato ancora un accordo è quello della tassazione.

Per il momento il Tar ha sospeso la questione aspettando che si pronunci la Corte Costituzionale.

La verità è che qualsiasi dipendenza è nociva e non può essere in alcun modo positiva ma il “vizio” del fumo è davvero difficile da debellare perché è uno scarica tensione notevole.

Certo, fondamentale è il rispetto di chi ci sta vicino magari anche se all’aperto.

Infatti, è davvero spiacevole cenare in un locale all’aperto o mangiare un gelato passeggiando e  dover sentire all’improvviso l’”odore” e il fumo delle sigarette e anche se non si avverte nulla come nel caso delle sigarette elettroniche  sapere che chi ti sta vicino sta in qualche modo inquinando l’aria che si respira o il cibo che si sta consumando.