breaking-news, Italia

Salvini avverte Renzi: una nuova tassa e con i bastoni tutti a Roma

Salvini-avverte-Renzi-una-nuova-tassa-e-con-i-bastoni-tutti-a-Roma

A Pian della Regina si è tenuto il raduno della Lega Nord.

A  più di 1.800 metri di altezza il Carroccio ha dimostrato di essere unito. Erano presenti tutti dal segretario Matteo Salvini, che sta dando un nuovo volto alla Lega, ad i suoi rappresentanti storici come Roberto Calderoni e Umberto Bossi.

Gli occhi erano tutti puntati sul nuovo segretario che con decisione ancora una volta ha mostrato di avere saldamente in pugno la Lega.

Matteo Salvini ha mostrato il pugno duro contro Renzi e Angelino Alfano ed anche rivolto qualche critica nei confronti dell’alleato storico della Lega Silvio Berlusconi.

Ad infiammare il popolo leghista sono state le parole pronunciate dal nuovo segretario sulla possibilità che con la nuova legge di stabilità ci siano nuove tasse.

La risposta è stata secca e decisa se solo ci fosse una mezza tassa il popolo leghista è pronto ad invadere Roma con i bastoni.

Un’affermazione che ha mandato letteralmente in visibilio il popolo leghista che non aspettava altro dal suo segretario un ritorno al passato per Matteo Salvini che ha voluto così scaldare i cuori del popolo del carroccio.

Matteo Salvini che questa primavera si è fatto stimare da tutta Italia per aver promosso un referendum quello contro l’abrogazione della legge Fornero ch è stato firmato al nord ma soprattutto in un territorio da sempre ostico alla Lega come il Sud dove in tantissimi hanno aderito all’iniziativa del Caroccio tanto che in due mesi sono state raccolte più di 570 mila firme.

Salvini è apparso molto deciso e determinato nelle festa dei popoli  a Pian della Regina tanto che ha risposto punto per punto alle domande che gli sono state poste dai giornalisti.

Matteo Salvini ha spiegato che una tassa per i cittadini è anche chiudere un ospedale e far fare ad un povero malato 50 chilometri per curarsi come lo è anche chiudere una scuola in un paesino obbligando gli studenti a dei lunghi spostamenti.

Poi sulla legge di stabilità Salvini ha dichiarato:  “C’è qualche realtà europea che dei vincoli di Bruxelles se ne fregherà, perché se ti portano a morire te ne devi fregare. Renzi invece abbaia ma non morde, perché dice che rispetterà tutti i vincoli europei e non so veramente dove troverà le risorse. Noi la proposta l’abbiamo fatta: l’aliquota fiscale del 20 per cento che funziona in 40 Paesi del mondo, combattere l’evasione fiscale fa incassare di più allo Stato. Io non capisco perché su questo Renzi non abbia ancora risposto”.

Salvini chiarisce anche la posizione della Lega sulla coalizione centrodestra che per il segretario attualmente non esiste più.

Parole durissime sia per Berlusconi e soprattutto per Angelino Alfano con il quale il segretario della Lega dichiara apertamente con si siederà mai al tavolo per chiudere un accordo per stare insieme in una colazione di centrodestra perché la Lega non farà accordi con chi è stato al governo con il centrosinistra.

Matteo Salvini parla anche della situazione non più sopportabile dei continui sbarchi degli migranti:  “Sono morti che pesano sulla coscienza dei soliti noti. Sono morti di Mare Nostrum. I confini ci sono  e in quanto tali vanno difesi anche con le armi, perché così succede in tutto il mondo. I politici che in questo momento spendono soldi per far superare i confini, dovranno essere processati”.

Il segretario del Caroccio come tutta la Lega tifa per l’indipendenza della Scozia e che il referendum che tra qualche giorno si terrà divida definitivamente il popolo scozzese da quello inglese: “Speriamo che domenica prossima ci sia da festeggiare la vittoria dei sì in Scozia, anche se poter decidere è già una vittoria. In Italia, purtroppo, ci dicono che non si può, ma noi la battaglia indipendentista non l’abbiamo mai smessa. Contro il regime europeo e quello di Roma, se si mettono insieme le persone di buona volontà, dal Piemonte al Veneto, ma perché no anche dalla Sardegna alla Sicilia, abbiamo la possibilità di vincere”.

Poi le ultime sue parole a Pian della Regina sono ancora per il Presidente del Consiglio:  :“Renzi venga a farsi un selfie da queste parti: capirebbe cosa vuol dire lavorare e fare fatica”.

Matteo Slvini oggi ha dimostrato che tutta le Lega è a suo fianco.