Alba Parietti, una sorprendente svolta per “Non sono una signora”

La Rai ha preso una decisione inaspettata riguardo il futuro di “Non sono una signora“. Sebbene il programma condotto da Alba Parietti abbia goduto di un’ottima accoglienza, sembra che non ci sarà una continuazione. Nonostante la Parietti abbia gestito brillantemente il programma, supportata da nomi come Mara Maionchi, Filippo Magnini e Cristina D’Avena, oltre alle apprezzatissime giurate Elecktra Bionic, Vanessa Van Cartier e Maruska Starr, la possibilità di una seconda edizione appare incerta. L’indiscrezione è stata lanciata dal settimanale Oggi.

Le ragioni dietro la decisione

Il dilemma riguardo il rinnovo del programma non è dovuto alla sua popolarità o all’efficacia del format. Secondo fonti, ci sono stati alcuni contrasti con la nuova linea editoriale della Rai. Gli spostamenti continui del programma, dalle premesse iniziali dell’autunno 2023 al periodo natalizio, e poi alla primavera 2024, hanno sollevato dubbi. La competizione prevista con “Il cantante mascherato di Milly Carlucci”, un altro programma di successo della Rai1, ha ulteriormente complicato la situazione, portando a uno slittamento estivo. Nonostante questi ostacoli, gli ascolti sono stati consistentemente alti, e le speranze di un ritorno erano forti, come rivelato dalla stessa Alba Parietti in una recente intervista.

Un trionfo di ascolti inaspettato

Le cifre parlano da sole: “Non sono una signora” ha mantenuto una solida presenza sul piccolo schermo, terminando con un’audience di 804mila spettatori e uno share del 6.7%. Le settimane precedenti avevano addirittura superato il milione di spettatori, raggiungendo uno share intorno al 7%. Questi numeri erano promettenti, e sia il pubblico che la conduttrice avevano grandi aspettative per una nuova edizione. Tuttavia, il futuro dello show rimane, per ora, avvolto nel mistero.