41enne si mette un fuoco d’artificio in testa e lo accende, morto sul colpo

Uomo muore per un fuoco d’artificio che gli è esploso in testa.

Durante le celebrazioni del Giorno dell’Indipendenza il 4 luglio, Allen Ray McGrew, un 41enne di Summerville, nella contea di Dorchester, Carolina del Sud, ha perso la vita in un tragico incidente. Vestito da ‘Zio Sam’, McGrew stava festeggiando nel cortile di casa sua con amici e familiari. Secondo le testimonianze, l’uomo ha posizionato un “grosso petardo” sul suo cappello a cilindro e lo ha acceso, provocando un’esplosione che lo ha ucciso sul colpo.

Testimonianze e Dettagli dell’Incidente

Un video girato dalla moglie di McGrew, Paige, mostra l’uomo ballare una giga prima del tragico evento. Alcuni testimoni hanno raccontato agli investigatori che McGrew era visibilmente ubriaco e aveva messo i fuochi d’artificio sulla testa “solo per mettersi in mostra”. Paige ha dichiarato: “Pensavo che stesse solo facendo mostra di sé prima di posarlo a terra. Non mi ero accorta che l’avesse già acceso…”. La deflagrazione ha causato un grave trauma cranico, uccidendo McGrew sul colpo. Gli agenti e i paramedici giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Reazioni e Ricordi

Paige McGrew ha ricordato suo marito come un grande amante del 4 luglio: “Era il suo giorno preferito. Lo adorava. Era un patriota, era orgoglioso di suo figlio ed era entusiasta di avere una nuova nuora. Stava vivendo la sua giornata migliore ieri sera”. I vicini hanno descritto McGrew come un “uomo gentile, sempre pronto a dare una mano”. Un vicino ha aggiunto: “Era il tipo di persona che vorresti avere come vicino di casa…”.

Summerville piange la perdita di un uomo descritto da tutti come gentile e disponibile.