51enne va in giro per cercare una escort e trova la moglie, scoppia una rissa

0
389

Di scuse per assentarsi momentaneamente da casa e darsi alla pazza gioia lontano dai propri affetti famigliari negli anni ne sono state studiate tante, che spaziano dalla classica partita di calcetto del giovedì sera a improvvise urgenze lavorative con pratiche inverosimili da sbrigare in fretta e furia.

Il protagonista di questo bizzarro caso che ha fatto il giro d’Italia era stato, invece, un filino meno fantasioso. “Cara, non mi aspettare a cena, esco a incontrare dei vecchi amici e passerò la serata con loro”.

E così, invece di svoltare verso la propria palazzina, eccolo correre in auto alla ricerca di una escort con cui intrattenersi un po’.

Un quartiere di Napoli del quale era diventato un assiduo frequentatore da diverso tempo, senza che la consorte sospettasse nulla dei tradimenti.

Ma quella sera Nicola, 51 anni, cambia all’improvviso idea: invece del solito giro a piazza Garibaldi decide di frequentare una zona diversa, quella di via Gianturco, dove aveva sentito dire che negli ultimi tempi alle abituali ragazze provenienti dalla Nigeria si erano aggiunte anche delle italiane. “Perché non provare” si dice, e sfreccia così verso la destinazione a sorpresa.

Ma il destino aveva per lui uno scherzo davvero grottesco in serbo.

 Nicola arriva infatti nel punto stabilito e, dopo essersi destreggiato tra varie signorine affacciate, accosta avendone notata una di suo gradimento.

Tacchi a spillo, gonna striminzita, trucco pesante. Non abbastanza, però, da nascondere la sua vera identità: era la moglie dello stesso Nicola.

Lei, a quel punto, si è trova a sua volta costretta a confessare la sua doppia vita, iniziata da diversi mesi proprio approfittando delle tante assenze da casa del marito. L

a decisione della donna era dettata dalle difficoltà economiche vissute dalla sua famiglia, un modo per arrotondare e aiutarsi ad arrivare a fine mese. L’uomo però non la prende affatto: scende dalla macchina e comincia ad aggredire verbalmente la consorte.

Poi gli animi si riscaldano e si passa all’aggressione fisica, con i passanti increduli che pensavano inizialmente di trovarsi di fronte a una puntata di Scherzi a Parte e che sono intervenuti solo in un secondo momento.