Italia

Emergenza Covid-19, Giuseppe Conte “Subito buoni spese per gli italiani in grave difficoltà, saranno i comuni a erogarli”

“Il primo pensiero va ai familiari delle vittime – ha dichiarato il premier commosso -. Oggi vogliamo dare un segno di presenza dello Stato. Sappiamo che ci sono cittadini che soffrono, sia per sofferenze psicologiche ma anche materiali, di chi ha difficoltà ad approvvigionare generi alimentari e prodotti farmaceutici. Abbiamo lavorato per varare un provvedimento di grande urgenza, coinvolgendo i comuni che sono le prime sentinelle per le necessità dei cittadini. Ho firmato un DPCM di quattro miliardi e trecento milioni da girare ai comuni. Con un’ordinanza della Protezione Civile aggiungiamo 400 milioni da utilizzare per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa“.

“Confidiamo che già dall’inizio della settimana prossima i sindaci siano in grado di erogare i buoni spesa alle persone bisognose – prosegue il premier -. Nessuno deve sentirsi da solo. Favoriamo anche le donazioni, senza tassare la solidarietà, chiediamo il 5 o il 10% di sconto per chi acquista con questi buoni spesa”.

Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri: “Rendiamo disponibili risorse per i comuni per permettere a chi è in difficoltà di avere liquidità necessarie per aiutare chi è in difficoltà, sia attraverso l’erogazione di buoni spesa, sia con la consegna diretta di generi alimentari e prodotti di prima necessità”.