Bari & Dintorni

Coronavirus Bari, i commercianti a Decaro: “siete più bravi di noi vi portiamo le chiavi dei nostri locali”

I commercianti sono stanchi e preoccupati della situazione che stanno vivendo e temono che , malgrado le prossime riaperture la situazione che si prospetta per loro sarà, comunque, fallimentare.

Vari sono i movimenti spontanei che stano nascendo e diverse le proteste che intendono fare: “Siccome siete più bravi di noi vi portiamo le chiavi dei nostri locali”.

Il gruppo Risorgimento Italia ha dichiarato: “Per il bene di tutta la categoria  stiamo lottando sino all’ultimo respiro. Il 28 Aprile alle 21 accenderemo le insegne dei nostri locali come simbolo di rinascita ma il giorno successivo andremo dal sindaco a consegnare le chiavi dei nostri locali Risorgimento Italia. Farci aprire in queste condizioni vuol dire farci morire, bisogna capire e studiare in che modo possiamo aprire ma in condizioni sostenibili. Per fare questo gli organi competenti devono farci parlare perché siamo noi imprese il cuore del paese, siamo noi che lavoriamo 14-16 ore al giorno. Se questo non accade entro martedì prossimo, il giorno 29 consegneremo le chiavi”.