Bari & Dintorni

Bari, la Fiera del Levante a settembre non si farà, è la prima volta che salta la famosa campionaria dal dopoguerra

In seguito all’emergenza Covid-19 sarà quasi impossibile dare il via alla tanto attesa FIERA del Levante a Bari. Si ha solo la speranza che possa essere organizzata magari più in la come data.

E’ la prima volta nel dopoguerra che la Fiera del Levante non si farà.

A confermare è stato Sandro Ambrosi numero uno della campionaria barese: «La situazione è molto difficile, in quanto al momento non ci sono nemmeno delle linee guida per lo svolgimento delle attività».

Tutto il personale della Fiera è in cassa integrazione e gli uffici sono chiusi.

La speranza è che si possa organizzare qualcosa a ottobre: «magari utilizzando soltanto due o tre dei padiglioni più grandi. Potrebbe dare ossigeno ad alcuni settori produttivi, penso ad esempio all’automotive. Potremmo mettere in atto soluzioni tecniche per contingentare gli ingressi e garantire il distanziamento, fermo restando che una buona parte delle esposizioni si svolgerebbero all’aria aperta».

Ambrosi ha anche detto che: «Il problema è che questo significherà un colpo mortale alle fiere italiane, alcune delle quali hanno già annunciato che non riapriranno più. Rischiamo di diventare preda dello shopping dei giganti tedeschi del settore, presumibilmente a pochi spiccioli».