Italia

Coronavirus, Bersani “Col centrodestra al governo non sarebbero bastati i cimiteri”, replica Feltri “Avremmo dovuto farci prestare i cimiteri di Stalin, i più capienti…”

Le dichiarazioni di Bersani a proposito dell’eventuale gestione da parte del centrodestra della pandemia da Coronavirus, ha sollevato un gran polverone e in tanti si sono detti “disgustati” dalle sue affermazioni.

Bersani, infatti, ha detto: “Col centrodestra al governo non sarebbero bastati i cimiteri”

Una dichiarazione molto forte che ha fatto rispondere a tanti rappresentanti della destra.

La Meloni ha risposto così: “Vergogna, questo è l’odio ideologico della sinistra”.

Bersani, ospite dalla Berlinguer a “Carta bianca” ha detto, per esteso: “Il messaggio che il centrodestra sta dando da fuori e da dentro il Parlamento è una coltellata al Paese.

E questa gente qua, lo lasci dire a uno di Piacenza, viene il dubbio che se avessero governato loro non sarebbero bastati i cimiteri”. Giorgia Meloni ha controbattuto: “l’odio ideologico della sinistra che non si ferma nemmeno di fronte ai morti”.

Salvini ha commentato così: “Dichiarazioni disgustose. A me sembra una dichiarazione di un cretino… Ci sono 30mila morti e si scherza su questo. Davvero c’è qualcuno che non sta bene. Quando si fa polemica sui cimiteri, vuol dire che non stai bene”.

A quel punto Bersani ha tenuto a precisare: “Chiaro che ho usato un’iperbole. Ma un ex ministro dell’interno che ridicolizza mascherine e distanziamento dopo che a pochi giorni dalla prima zona rossa chiedeva di aprire tutto si espone a un giudizio che, ripeto, per iperbole, confermo assolutamente”.

A questo punto è intervenuto anche Vittorio Feltri, direttore di Libero che ha scritto il seguente twitt: “Caro Bersani uso anch’io una iperbole: con il centrosinistra al governo avremmo dovuto farci prestare i cimiteri di Stalin, i più capienti. Sui morti ammazzati nessuno può battere i comunisti”