E’ morto Pino D’Angiò, cantautore simbolo degli anni ’80, aveva 71 anni

Pino D’Angiò, simbolo degli anni ’80, scompare a 71 anni

La scomparsa di un’icona musicale

Il mondo della musica piange la scomparsa del cantautore Pino D’Angiò, morto a 71 anni. Nato a Pompei il 14 agosto 1952, Pino D’Angiò ha raggiunto la fama negli anni ’80 con il successo straordinario di “Ma quale idea”. La notizia della sua morte, avvenuta sabato 6 luglio, è stata diffusa dalla famiglia attraverso una nota pubblicata sul profilo Instagram dell’artista. Questo annuncio ha scosso profondamente i fan e tutti coloro che hanno apprezzato la sua musica e la sua personalità vivace e carismatica.

Il commosso annuncio della famiglia

La famiglia di Pino D’Angiò ha espresso il proprio dolore con un messaggio toccante: “Non esistono parole per spiegare il buio in questo momento. Con immenso dolore, la famiglia comunica che oggi Pino ci ha lasciati”. Il messaggio prosegue con un tributo all’artista: “Sei stato il più bel regalo che la vita potesse fare alle persone che hanno avuto il privilegio di conoscerti. La tua anima ha danzato sulle gioie e sulle sofferenze sempre allo stesso modo, con la forza delicata di un leone sorridente. Tutto. Oltre l’immaginabile, Questo eri, sei e rimarrai”. Questo pensiero riflette l’impatto profondo che Pino D’Angiò ha avuto su chiunque abbia avuto la fortuna di incontrarlo o di ascoltare la sua musica.

Il ritorno in auge e il rinnovato successo

Recentemente, Pino D’Angiò aveva conosciuto una sorta di rinascita artistica grazie alla partecipazione al Festival di Sanremo 2024 al fianco dei BNKR44. Questo evento ha permesso anche ai più giovani di riscoprire il suo brano iconico “Ma quale idea”. L’influenza dei social media, in particolare piattaforme come TikTok, ha contribuito a rinnovare il successo delle sue canzoni, introducendole a una nuova generazione di ascoltatori. La sua musica, caratterizzata da una combinazione unica di ironia e ritmo coinvolgente, continuerà a vivere nei cuori dei suoi fan.