breaking-news, Italia

Aldo Moro, Papa Francesco ordina al suo confessore di testimoniare

Aldo-Moro-Papa-Francesco-ordina-al-suo-confessore-di-testimoniare

Una decisione clamorosa presa da Papa Francesco, riaprire il caso Moro.

Aldo Moro fu prima rapito e poi ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978.

Molti particolari dell’omicidio di uno dei più grandi statisti che l’Italia abbia mai avuto sono rimasti sempre avvolti nell’ombra.

Per questo, per cercare di far chiarezza su alcuni di questi misteri Papa Francesco ha deciso che padre Antonio Mennini, che attualmente ricopre le funzioni di arcivescovo e nunzio apostolico in Gran Bretagna ma nel 1978 era il confessore del noto politico barese, il prossimo 9 marzo testimonierà al cospetto della commissione parlamentare appositamente creata per esaminare nuove prove sull’omicidio di Aldo Moro.

Il Papa,  inoltre, ha voluto che fosse l’arcivescovo a spostarsi dal Regno Unito e tornare a Roma e non che fosse la commissione a trasferirsi in blocco a Roma per ascoltare la confessione di Antonio Mennini.

Aldo Moro era molto legato a padre Antonio Mennini ed è molto probabile che il prete conosca molti segreti dell’influente uomo politico barese.


Secondo alcune voci che non sono mai state smentite Antonio Mennini, che all’epoca del rapimento era il viceparroco della chiesa di Santa Chiara ubicata a pochi passi dall’abitazione romana di Aldo Moro, ha incontrato lo statista anche durante la prigionia e pare sia stato il parroco che prima dell’esecuzione da parte delle Brigate Rosse abbia impartito l’estrema unzione.

La funzione del prete all’epoca del tragico evento che segnò la vita politica del nostro paese era quella, secondo alcuni, di intermediario tra le brigate rosse e Papa Paolo VI, pontefice molto vicino ad Aldo Moro che fece di tutto per dissuadere i terroristi da ucciderlo.

La testimonianza del prete potrebbe essere clamorosa per questo sarà coperta dal più stretto riserbo.

Fino ad oggi l’arcivescovo Antonio Mennini non ha mai parlato con nessuno di Aldo Moro e degli eventuali suoi frequenti contatti con i brigatisti rossi.

Antonio Mennini potrà svelare cosa Aldo Moro negli ultimi istanti di vita gli confessò ed inoltre perché il tentativo di Paolo VI di liberare lo statista non andò a buon fine.

L’audizione di Antonio Mennini al cospetto della commissione parlamentare avverrà rigorosamente a porte chiuse e non è escluso che venga posto su di essa il segreto di Stato.