breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Tumori in Italia incremento casi ma un paziente su 4 guarisce

Tumori-in-Italia-incremento-casi-ma-1-paziente-su-4- guarisce

Il ministero della salute ha presentato un rapporto sulle persone colpite da cancro nel 2014 e sui pazienti che sono riusciti a guarire dalla terribile malattia.

Il rapporto che è stato chiamato dagli esperti del ministero “I tumori in Italia – rapporto AIRTUM 2014: prevalenza e guarigione da tumore in Italia” è stato reso pubblico mediante una conferenza stampa tenutasi ieri 9 marzo.

Il ministero della salute ha reso noto che le persone malate di cancro sono state in netto aumento rispetto agli anni precedenti; i tecnici del ministero hanno potuto constatare che, ad ammalarsi di cancro, sono stati più di tre milioni di individui con un incremento del 20% rispetto a solo qualche anno fa, al 2010.

Il ministero della Salute ha anche riferito, però, che sono in forte aumento i pazienti che sono guariti dalla malattia del secolo con una percentuale del 25%.

Il ministero della salute ha comunicato che un malato su quattro è riuscito a vincere la dura battaglia contro il cancro.


Il ministro Beatrice Lorenzin , durante le conferenza stampa, ha dichiarato che è vero che le persone colpite da tumore sono in aumento ma è anche vero che grazie alla diagnosi precoce della malattia e a nuove terapie sperimentali, un paziente su  quattro è del tutto guarito dal cancro.

Il ministro Lorenzin ha detto che più si andrà avanti più i tumori diventeranno aggressivi e per questo motivo è importantissima la prevenzione.

Per il ministro Lorenzin gli italiani devono comprendere che prevenire è molto meglio che curare e che devono cercare di svolgere nei tempi e nei modi indicati dai medici la prevenzione.

Beatrice Lorenzin ha dichiarato che: “Bisogna spostare l’attenzione per far sì che le persone che si ammalano siano sempre meno. E rispettare gli screening sia per le donne che per gli uomini, che sono più restii. Le istituzioni locali devono fare piani di screening, devono invitare e cercare la persona per fare gli screening”.