Italia

Vittorio Feltri sulla liberazione di Silvia Romano “Pagare il riscatto per Silvia significa finanziare i terroristi islamici amici della ragazza”

 

Un mare di polemiche sta suscitando la liberazione di Silvia Romano, per quasi due anni prigioniera di una tribù in Somalia.

Secondo diversi fonti, il Governo non ha ne confermato ne smentito, è stato pagato un riscatto di 4 milioni di euro.

La ragazza è arrivata in Italia nel primo pomeriggio di ieri con un aereo dei servizi segreti atterrato a Ciampino.

In molti hanno commentato l’avvenuta liberazione della giovane cooperatrice. Anche Vittorio Feltri ha voluto rendere pubblica la sua opinione con una serie di tweet.

Il direttore di Libero ha detto “Siamo tutti contenti della liberazione di Silvia Romano. Lo saremmo di più se ci dicessero quanto si è dovuto pagare di riscatto” Una risposta che però con discreta probabilità non avremo mai”.

Il secondo tweet di Feltri però è stato durissimo: “Pagare per il riscatto per Silvia significa finanziare i terroristi islamici. Che sono amici della ragazza diventata musulmana. Bella operazione”.

Vittorio Feltri ha voluto evidenziare come il probabile riscatto sia finito nelle mani del gruppo di terroristi di Al-Shabaab.

Feltri ha voluto sottolineare inoltre che “se una si converte all’Islam non mi importa niente, ma non mi va neanche di applaudirla. Mi secca un poco se per riportarla in Italia lo Stato spende qualche milione degli italiani”.